Open top menu
The Art of Shoes: Manolo Blahnik

The Art of Shoes: Manolo Blahnik


Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgalleryimages (1).jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery3a2ed47e-30f8-47b0-99d4-f68db6d62001-wenn30806852.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery181397_big.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgalleryManolo-Blahnik-_-The-art-of-shoes_scarpa-gioiello_-credits-Alberto-Feltrin.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallerymanolo-blahnik-1-porta ingresso.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallerymanolo-blahnik-the-art-of-shoes-21-628x353.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152
Avatar

Mostra dedicata all’arte della calzatura quella di Manolo Blahnik, in The Art of Shoes e visibile nelle sale di Palazzo Morando a Milano.

Si tratta della prima esperienza in Italia dedicata all’iconico creatore per l’alta moda spagnolo, che ripercorre i 45 anni della sua attività da stilista.

“Se Dio volesse farci indossare solo scarpe basse, non avrebbe creato Manolo Blahnik”

Blahnik è davvero uno degli ultimi veri artigiani: lavora da solo, senza l’aiuto di assistenti: disegna personalmente ogni modello, realizza a mano la forma e segue ogni fase della realizzazione delle sue scarpe.

Le chiamano con il suo nome, Manolos e sono le scarpe più desiderate.

Le sue creazioni calzaturiere, vere e proprie opere d’arte.

Questo percorso vuole mettere in luce anche l’influenza, che l’arte e la cultura italiana hanno avuto su Manolo Blahnik.

Partendo infatti dalla scultura greco-romana fino al Barocco o toccando capolavori cinematografici come Il Gattopardo di Luchino Visconti e molto altro lo ritroviamo nella produzione delle scarpe visionarie dello stilista.

Sono le scarpe più citate del mondo, famose per Sex an the City, esaltate dal cinema…

Sicuramente non sono scarpe per Cenerentola, ma piuttosto per le sorellastre, che avrebbero infilato il piede anche nella scarpa più impossibile, quali queste appaiono.

Ma queste calzature dalla bellezza impressionante e architettata, danno a chi le indossa una marcia in più.

Costano, è vero, quanto un mese d’affitto, ma sono capolavori da indossare.

La mostra è suddivisa in sei sezioni:

  • La prima sezione, la più vasta, è intitolata Core, in cui sono esposte le calzature dedicate a
    personaggi storici e contemporanei che hanno ispirato o avuto un ruolo importante nella vita di
    Blahník: da Alessandro Magno a Brigitte Bardot, sino a Anna Piaggi, leggendaria direttrice di
    Vogue Italia.
  • La seconda, Materiali, comprende una selezione di scarpe che illustrano l’attenzione per il
    dettaglio elaborato e la ricchezza di materiali e colori usati con maestria squisita.
  • La terza sezione esamina la sua passione per l’arte e l’architettura e il modo in cui queste
    ispirano le sue “costruzioni”.
  • La quarta sezione, Gala, espone una selezione delle scarpe più fantasiose dello stilistamettendo in evidenza la sua ironia e creatività: in questa sezione sono presenti le scarpe Maria Antonietta.
  • La quinta sezione è dedicata alla natura, al suo profondo amore per il mondo botanico, evidente fin dalla prima collezione.
  • Nell’ultima sezione sono esaminate le varie influenze geografiche e ambientali: qui sono i
    modelli ispirati a Spagna, Italia, Africa, Russia, Inghilterra e Giappone.

Il pubblico della mostra potrà immergersi nella vita straordinaria di Blahnik grazie alle immagini
esclusive che lo ritraggono al lavoro e grazie ai suoi disegni artistici.

L’invito è anche quello di pensare la scarpa in modo diverso, al di là della moda e a considerarla come
puro oggetto, fantasioso e dinamico: una forma d’arte con personalità propria e indipendente.

Milano è stata scelta dallo stilista per il suo forte legame con l’Italia, patria dell’arte e dell’artigianato riconosciuti in tutto il mondo, e Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, proprio in virtù della sua stessa vocazione, è la cornice prestigiosa e ideale per ospitare questa mostra.

description description description description description description
maxim
Written by maxim

6 Comment responses

  1. Avatar
    Marzo 29, 2017

    Ecco…questa si che è una mostra che potrei apprezzare ??! Battute a parte trovo l’idea di fare una mostra dedicata alle scarpe (e che scarpe) un’idea geniale e molto sensata! Le scarpe sono espressione di personalità…si può dire molto di una persona dalle scarpe che indossa, secondo me!!!
    Lucia

    Reply

  2. Avatar

    Da appassionata quale sono di Sex and the City, non potevo non conoscere le mitiche Manolo. Ma tu oggi mi insegni i retroscena di cui non ero minimamente a conoscenza.
    Trovo che l’idea di una mostra, dedicata a questa che appare davvero come una forma d’arte, ricerca e artigianato raffinato, sia grandiosa.
    Bella segnalazione 🙂
    Claudia B.

    Reply

  3. Avatar
    Marzo 29, 2017

    L’arte può essere espressa in qualunque modo…e questa è senza dubbio una forma d’arte affascinante… anche perché indossabile! 😉 la prima cosa che mi è venuta in mente credo che sia stata proprio sex & the city o qualche altro film dove viene citato il suo nome! Io tifo per le sorellastre allora…ad ognuno la sua scarpa! 😉

    Reply

  4. Avatar
    Marzo 29, 2017

    ho un amore, forse più una dipendenza dalle scarpe e quelle di Manolo sono un sogno. Pensa che la mostra è nella mia città, ma non so se riuscirò a visitarla.

    Reply

  5. Avatar
    Marzo 31, 2017

    Una bellissima mostra, particolare e devo ammettere molto “elegante” ahaha.
    Trovo sempre molto interessante leggere i tuoi articoli.

    Reply

  6. Avatar
    Aprile 04, 2017

    Mostra molto interessante e poi dedicata alle scarpe ?

    Reply

Rispondi