Open top menu
I Macchiaioli? Un racconto da ragazzi

I Macchiaioli? Un racconto da ragazzi

Avatar

Fu un giornalista non molto simpatico a definirli in maniera spregevole, Macchiaioli, per la loro pittura a macchie.

Questo termine piacque però al gruppo di pittori, che lo adottarono come loro appellativo.

Il Caffè Michelangelo di Firenze è il posto che vide nascere, fra le chiacchere e le risate, questo movimento, formato da artisti che hanno cambiato il loro modo di dipingere e di pensare all’arte.

Fattori, Signorini, Borrani, Sernesi, Banti, Cecioni, Abbiati, Cabianca…ecco alcuni dei principali esponenti del gruppo.

Come gli Impressionisti amavano dipingere all’aperto e nel riprendere cose, animali, paesaggi e persone…rifiutavano i tratti netti insegnati nelle Accademie e non sfumavano il tutto con il chiaroscuro, ma dipingevano per accostamenti cromatici…quelle che sono appunto “le macchie”.

Il loro nuovo modo di dipingere non era compreso, tanto che, le loro pitture erano considerate solo bozze e studi preparatori, quando invece avevano già tutta la loro completezza…erano solo più vicini al vero.

Fonti d’ispirazione per le opere di questi artisti erano:

  • La natura, con la sua bellezza e la sua forza;
  • la quotidianità, tanto che i loro quadri sembrano essere foto di un tempo lontano, cogliendo anche i momenti più intimi delle persone raffigurate;
  • la vita nei campi e il lavoro dei contadini, raffigurano la bellezza e l’umiltà delle persone legate ancora a un mondo agricolo;
  • le vicende storiche, molti di loro erano infatti coinvolti in quelle che furono le guerre per l’Unità d’Italia e nelle loro pitture si raccontano spesso questi fatti storici. Moltissimi dipinti riguardavano scene con soldati e battaglie.

Stanchi della pittura accademica uscivano con i loro colori e le tele sotto il braccio a riprendere i paesaggi e la natura toscana (particolarmente Castiglioncello – Livorno e Piagentina – Firenze).

Dai Macchiaioli prese spunto e venne influenzato il movimento degli impressionisti francesi, nato poco più tardi e merito anche delle frequenti visite a Parigi degli artisti italiani.

maxim
Written by maxim

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!


Warning: Illegal string offset 'rules' in /home/arteneis/public_html/wp-content/themes/madidus-themes/functions/filters.php on line 163
<