Open top menu
Dalì: l’artista a cui piacevano i Chupa Chups

Dalì: l’artista a cui piacevano i Chupa Chups

Avatar

E’ stata inaugurata da poco la mostra su Dalì, a Palazzo Blu a Pisa e nel mio blog sto mettendo insieme alcuni articoli, per conoscere e capire meglio questo straordinario e sfaccettato personaggio.

Oggi vorrei dedicare questo post ai bambini e ai golosi, parlandovi di uno dei dolci più famosi, che devono la loro fama anche al grande artista Salvador Dalì: i chupa-chups.

Vi racconto allora la loro storia.

I chupa-chups sono spagnoli e furono una grande rivoluzione nel mondo dolciario.

Il loro inventore fu un certo Enric Bernat Fontladosa, proprietario di una piccola azienda dolciaria, che ebbe la straordinaria idea di “mettere una camarella su uno stecchino”.

I chupa-chups, infatti, risolvevano, per la prima volta, il problema delle mani appiccicose: i bambini, o chi voleva, li prendevano e li assaporavano tenendo il bastoncino, e invece di sporcarsi i vestiti o altro, se li gustavano con la buona pace di tutti.

I gusti sono tantissimi e ogni volta si aggiungono nuovi abbinamenti.

Il nome chupa-chups fu scelto per ricordare il verbo chupar: che in spagnolo, significa succhiare.

E questi dolcetti furono ideati più di 50 anni fa, nel 1958…chiedete ai vostri nonni se li hanno mai assaggiati.

Ma cosa c’entra il famoso pittore Dalì in tutto questo?

L’inventore di questa straordinaria novità si rese conto, che la sua invenzione aveva bisogno di un logo e si rivolse a un suo amico artista, Dalì, appunto.

Così, un tranquillo pomeriggio del 1969, seduto ad un bar, Salvador scarabocchiò su un giornale una margherita, che volle poi posizionata proprio sopra il lecca-lecca, in maniera che potesse essere visto nella sua interezza e non di lato, come pensava l’inventore inizialmente.

Un piccolo fiore, alla portata di tutti e conosciuto da tutti, per un grande marchio, che ancora oggi non può fare a meno di quella mano, che lo disegnò scherzosamente su un foglio stropicciato, in tutta la sua semplicità.

 

maxim
Written by maxim

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!


Warning: Illegal string offset 'rules' in /home/arteneis/public_html/wp-content/themes/madidus-themes/functions/filters.php on line 163
<