Open top menu
Firenze si colora di Viola…Bill Viola

Firenze si colora di Viola…Bill Viola


Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallerydownload.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery479916729_1280x720.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery0.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery2.1-The-Geeting.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery2.2-Pontormo.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery6.1-Deluge.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery8ecf9db24741297c6d2d78896979cfa4_47d778a160aaf493f3c6ad14e2643ae52000x1124_quality99_o_1ap5is9ne1shc2ku1rqr17i41sc6a.jpeg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery162218176-15cf5f67-7e4f-4fa2-96b3-c257821940a1.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

Warning: getimagesize(/home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/cache/pgallery17021533_10155228766879059_8332321044544884375_n.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /home/arteneis/public_html/wp-content/plugins/Premium_Gallery_Manager/gallery_shortcode.php on line 152

La Fondazione di Palazzo Strozzi celebra con la mostra dedicata a Bill Viola sicuramente il più grande maestro della videoarte contemporanea.

Il percorso ripercorrerà la continua ricerca tecnologica dell’artista fortemente influenzata e unita alla ricerca estetica,dalle prime sperimentazioni degli anni ’70 fino alle grandi istallazioni del 2000.

Sicuramente, per questo dialogo fra antico e contemporaneo Palazzo Strozzi con la sua cornice rinascimentale è uno dei migliori palcoscenici per Bill Viola, che nei grandi maestri del passato ha sempre trovato una grande ispirazione per l’evoluzione del suo linguaggio.

La poesia dei suoi lavori è una continua immersione per il pubblico in immagini, spazio, suoni. sensazioni…Viola indaga l’umanità e la restituisce attraverso simboli e percezioni.

Ad alcuni non piacerà l’accostamento delle opere del videoartista Bill Viola accanto ai grandi capolavori del passato, come quelli di Pontormo, Masolino da Panicale, Paolo Uccello…altri lo percepiranno come un qualcosa di visto e rivisto e un non sdoganarsi mai dal nostro periodo più d’oro, che è il Rinascimento.

Da parte mia sono curiosa di visitare questa mostra e non sono d’accordo con quanto detto prima.

Infatti la mostra vuole documentare l’iter di un artista, che ha raggiunto già la fama internazionale, certamente con la conoscenza di quelle opere, ma che ha reinterpretato con la sua maniera artistica, che è la videoarte aggiungendo qualcosa di nuovo, in più alla sua sensibilità

“Non ero interessato ad appropriarmi o a parodiare, non volevo semplicemente riprodurre o citare la storia dell’arte” quello che gli interessa è costruire la sua personale visione dell’immagine.

Bill Viola fra l’altro conosce bene la città, perché ha vissuto a Firenze un po’ di tempo e non poteva non rimanerne in lui traccia alcuna.

E allora voglio riflettere con voi, che ogni artista è figlio del suo tempo, ma certamente non può prescindere dai capolavori del passato, può, invece, in maniera intelligente e artistica, piuttosto fare qualcosa di nuovo.

E io non vedo l’ora di andare a vedere!

Per informazioni : www.palazzostrozzi.it

description description description description description description description description description
maxim
Written by maxim

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!

Rispondi