Open top menu
Camilla Assandri e i suoi viaggi culinari

Camilla Assandri e i suoi viaggi culinari

Proseguo le mie interviste con una blogger Camilla Assandri, che ha fatto studi turistici, appassionata di viaggi e cucina.

Camilla abita in un piccolo paese fra Piemonte e Liguria e gestisce il blog La cascata dei sapori con successo e passione e facendoci viaggiare nel mondo dei sapori.

 

D- Cara Camilla, anche per te la passione è stata una svolta: da studi turistici l’amore per la cucina ti ha portato ad aprire un blog, che vedo ha anche molto successo. Ci vuoi raccontare quale è stato il momento in cui hai deciso di investire molto di più in questa attività? 

R- Il mio blog “La Cascata dei Sapori” è nato circa 3 anni fa, per gioco, mi piaceva l’idea di condividere con altre persone la passione per la cucina, così quando preparavo da mangiare a casa, prima di gustare il piatto lo fotografavo e lo pubblicavo anche sui vari social network.

L’anno scorso ho capito che non era più un passatempo, ed ho iniziato a studiare la parte tecnica quindi il fare blogging, grazie all’esperienza di Silvia C. titolare del blog Trippando, ho migliorato la scrittura dei miei articoli e mi sono impegnata per rappresentare al meglio le ricette attraverso delle buone fotografie.

D- Credo che un riferimento importante sia stata per te tua nonna e quindi nasca tutto dall’infanzia.

R- Mia nonna aveva un cuore d’oro. Cucinava sempre per tutta la famiglia e nei fine settimana ci riunivamo a casa sua e tra un dolcetto e l’altro passavamo un piacevole pomeriggio.

Da bambina mi piaceva sedermi nell’angolo del tavolo accanto a lei, e guardarla cucinare, con l’aiuto della frusta metteva tutta la sua forza per non formare i grumi nell’impasto della torta.

Aspettavo che versasse il composto nella tortiera per allungare il ditino nella ciotola e gustare l’impasto crudo, poi osservavo la torta crescere e lievitare nel forno e non capivo bene come fosse possibile tutto ciò.

Ah, dimenticavo, mi piaceva moltissimo anche rubare i pezzetti di pasta frolla prima che formasse le strisce per la crostata  con la marmellata.

Solo dopo che è mancata improvvisamente, 3 anni fa, ho deciso di continuare da sola la mia strada nella cucina e nella pasticceria, ma in realtà è come se cucinassimo ancora insieme.

D- Da dove viene il nome del blog?

R- Il nome del blog secondo me deve nascere in maniera spontanea e deve rappresentarti in qualche modo, ci è voluto un po’ di tempo prima che trovassi quello giusto e non il classico tipo in cucina con Camilla o simili. Dopo svariate ricerche “mentali” è spuntato fuori La Cascata dei Sapori , perché la mia casa si trova esattamente a due passi da Erro, infatti dalla finestra della mia camera posso vedere l’acqua che scorre giù per la Cascata.

D- Ricette facili, veloci e gustose. A quale piatto sei più legata?

R- Il piatto a cui sono più legata è il Bonet, un budino della tradizione piemontese goloso e semplice da preparare.

D- Quali ingredienti rappresentano più la tua cucina?

R- Ingredienti sani, di stagione e ultimamente cerco quelli tipici del mio territorio.

D- Ho anche visto che poni un’attenzione particolare al pane e alla pizza, perché?

R- Diciamo che sono le preparazioni più complesse e quelle che danno grandi soddisfazioni alla fine del lavoro.

D- In un certo senso è grande ancora la passione per i viaggi. Ti riferisci molto alla cucina giapponese. Perché?

R- Si, la passione per i viaggi è viva dentro di me, se potessi partirei ogni giorno per conoscere nuove culture, nuovi pensieri e scoprire luoghi sempre diversi.

Il Giappone è la meta che io ed il mio fidanzato sogniamo da quando stiamo insieme (ormai 6 anni).

Gli ingredienti e quindi anche le ricette sono differenti dalle nostre, come sapori, colori e forme.

D- Ci consigli un piatto per ogni stagione?

R- Primavera: Tiramisù alle Fragole

Estate: Gelato alla violetta yogurt

Autunno: Agnolotti Gran Torino con salsa alle castagne e caprino fresco

Inverno: Vellutata, scalda il cuore e il pancino in un attimo

D- Cosa è per te cucinare? Diccelo in una frase.

R- Cucinare mi rilassa molto e mi permette di entrare in un mondo tutto mio dove posso esprimere al meglio la mia passione e le mie fantasie.

Concludo con alcuni consigli che ho chiesto a Camilla per viaggiare in quelle zone informati sul cibo e le attrattive, dove lei può fornirci sicuramente, in entrambi i casi, dei grandi spunti! 

maxim
Written by maxim

1 Comment responses

Rispondi